Newsletter Giugno 2018

The Conlan School Course Guide

The Conlan School Course Guide mostra l’ampia gamma di programmi di studio che possiamo offrire a Lei e ai suoi studenti. Attraverso la nostra sempre crescente rete di contatti nel mondo degli affari e della comunità educativa, il nostro fine è di fornire esperienze che possano ampliare la conoscenza e migliorare la familiarità con la cultura del Galles e del Regno Unito. Speriamo che durante la vostra permanenza presso di noi, sia Lei e i suoi studenti possiate migliorare personalmente e concretamente in ogni aspetto della vostra vita!



Clicca qui per scaricare gratuitamente The Conlan School Course Guide!

I nostri gruppi – Le nostre Host Family


Conlan ha la fortuna di avere a bordo delle persone fantastiche, siano esse personale, organizzatori di stage o famiglie ospitanti. Come manager del centro - io ed Yvonne - riconosciamo quando le nostre famiglie ospitanti fanno più del necessario - come nel caso seguente ad esempio. Steve Ball fa parte di una delle famiglie ospitanti più importanti da diversi anni e ogni volta eccede nei suoi compiti in un modo o nell'altro. Ad esempio organizza serate di bowling, accoglie studenti disabili, porta gli studenti ad eventi locali o ne invita altri per fare delle cene/pranzi di gruppo. Il suo entusiasmo è chiaramente contagioso anche per gli studenti dai quali riceve sempre un feedback positivo. Il signore Ball ha persino aiutato gli studenti di Chester a recarsi ad Abergele per delle attività ricreative. Sono queste le cose che aggiungono valore all'esperienza complessiva e assicurano che gli studenti abbiano dei ricordi positivi di noi e della nostra gente. Grazie, Steve!

Cosa c’è in programma – Chester - La Regina e Meghan Markle visitano Chester

I nostri studenti di Chester avranno l'opportunità di vedere la prossima settimana la Regina e la nuova moglie del Principe Harry, Meghan Markle, Duchessa di Sussex. Entrambe visiteranno infatti la località di Chester per l'inaugurazione della Storyhouse, giovedì 14 giugno. Storyhouse è un meraviglioso edificio, completato nel maggio 2017 ma la cui inaugurazione avverrà nella data menzionata, e comprende un cinema, un teatro, una biblioteca e un ristorante. La Regina e la Duchessa visiteranno anche il Catalyst Science Center e parteciperanno all’inaugurazione del ponte adiacente - il Mersey Gateway Bridge - durante lo stesso giorno.

Tematiche per EFL (inglese come lingua straniera)
Perché l'inglese è una lingua così difficile da imparare?

I madrelingua inglesi spesso dicono che le lingue sono difficili da imparare, sebbene nella fase di apprendimento di una nuova lingua notino delle somiglianze con la lingua inglese stessa: molte parole spagnole, francesi o italiane hanno radici latine, e spesso l’inglese prende in prestito da altre lingue queste parole; oppure in cinese la grammatica è abbastanza simile a quella inglese. Coloro che apprendono l’inglese spesso non hanno questi vantaggi.

Circa il 60% delle parole della lingua inglese contiene lettere silenziose, il che può portare a problemi di ortografia e di pronuncia. La fonetica inglese può causare una serie di problemi, specialmente quando l'ortografia non aiuta a pronunciare la parola, ad esempio:

‘Which rhymes with enough? — Though, through, plough, or dough, or cough? Hiccough has the sound of cup. My advice is to give up!’ (Gerard Nolst Trenité)
('Cosa fa rima con abbastanza? - Anche se, attraverso, aratro, o pasta, o tosse? Singhiozzo contiene il suono di tazza. Il mio consiglio è di mollare! '(Gerard Nolst Trenité))

Ci sono molti aspetti della lingua inglese che ne rendono difficile l'apprendimento: la grammatica, il vocabolario, lo sviluppo di abilità linguistiche, ecc. Ebbene più ci immergiamo nella cultura, ci esercitiamo usando la lingua, pianifichiamo il nostro percorso di apprendimento, più facile diventa l'apprendimento linguistico stesso.

(Fonte: https://www.independent.co.uk/news/education/education-news/why-english-is-such-a-difficult-language-to-learn-a6823496.html)


Frase del mese - Bite the bullet


"Bite the bullet" (“Stringere i denti”, lett. "Mordere il proiettile") significa sopportare una situazione dolorosa o spiacevole, ritenuta inevitabile. La frase è stata utilizzata per la prima volta da Rudyard Kipling nel suo romanzo del 1891 The Light that Failed (“La luce che si spense”).
È stato suggerito dal film Bite the Bullet (“Stringi i denti e vai!”) che mordere il proiettile significava usare un involucro per coprire un dente dolorante, specialmente un dente rotto e il cui nervo era esposto. Nel film, la pallottola fu rimossa dalla cartuccia, colpita per consumare quella carica e l'involucro tagliato per potersi posizionare al livello degli altri denti.
Spesso si dice che questa espressione derivi storicamente dalla pratica di avere un paziente che stringe una pallottola tra i denti come un modo per affrontare un dolore estremo durante una procedura chirurgica senza anestesia. Nonostante ciò sono scarse le testimonianze del mordere un proiettile invece che una cinghia di pelle durante un intervento chirurgico. Si è ipotizzato che questa espressione derivi da quella dell'impero britannico “bite the cartridge" ("mordere la cartuccia"), che risale alla ribellione indiana del 1857 (Indian Rebellion of 1857), ma la frase "chew a bullet" ("masticare un proiettile"), con un significato simile, risale almeno al 1796.
Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Seguici su Facebook!

 Segui la nostra pagina Facebook!